venerdì 26 giugno 2009

Una proposta operativa per martedì 30 giugno 2009

Il primo obiettivo si può dire in qualche modo raggiunto. La Camera dei Deputati, quando è arrivata all'articolo 27 del progetto di Legge 1441-ter-C (quello relativo ai procedimenti autorizzativi della ricerca di idrocarburi) ha avuto un sussulto ed ha accantonato la discussione: ovvero non ha approvato, per ora, l'articolo così formulato (che trovate nel post sotto con i relativi emendamenti finora presentati). Mi piace immaginare che non l'abbia approvato per concedersi una pausa di riflessione: mi si dirà che sono un sognatore ma nulla è impossibile, occorrerà vedere cosa succederà martedì 30 giugno 2009 alle ore 14, quando è prevista la ripresa della discussione.
E' anche vero, come ha scritto l'on. Codurelli nel suo comunicato, che gli emendamenti finora presentati sono solo del PD e dell'Italia dei Valori: per ora l'UDC e le le forze di maggioranza (PDL e Lega Nord) non hanno emendato il testo e nel passaggio in Commissione hanno bocciato gli emendamenti presentati dalle opposizioni. Speriamo che la pausa porti consiglio e che le notizie dalla Brianza, della grande partecipazione dei cittadini alla protesta contro il pozzo, arrivi ancor di più a Roma. Pare che alcuni articoli (come l'ultimo de "Il Giorno" che è linkato in qualche post fa) finiti della cartella stampa di Montecitorio qualche effetto lo abbiano portato: un pò di attenzione sulla Brianza e sulla follia di trivellare per cercare petrolio nell'oasi del Parco del Curone dovrebbe essere arrivata.

Mi sento di fare una proposta, certamente non eversiva, da qui a martedì. Un ruolo importante nella discussione parlamentare lo hanno il relatore ed il rappresentante del Governo: in sostanza il promotore della Legge e l'organo esecutivo. Se vedete i resoconti in apertura di ogni articolo sono loro che danno un parere sugli emendamenti.

Questi signori sono gli Onorevoli:
ENZO RAISI (PdL), che è il relatore, sempre presente ed i sottosegretari:
ADOLFO URSO (PdL, principalmente presente) e PAOLO ROMANI (PdL, presente quando non c'è Urso). Un terzo sottosegretario che potrebbe essere presente è Stefano SAGLIA (PdL).
Questi sono i loro indirizzi e-mail, disponibili sul sito della Camera dei Deputati:
raisi_e@camera.it, urso_a@camera.it, romani_p@camera.it e saglia_s@camera.it.

Io ho scritto a loro poco fa questa e-mail, che ritengo pacata e rispettosa dei ruoli: può essere una idea anche per tutti i lettori di questo blog. Scrivere qualcosa, da qui a martedì, ovviamente in toni pacati e costruttivi: prometto anche che se dovessi avere qualche risposta la pubblico immediatamente sul blog.
Ecco il testo:

"Egregi Onorevoli Raisi, Urso, Romani e Saglia,
martedì 30 giugno 2009 alle ore 14 presso la Camera dei Deputati riprende la discussione del disegno di Legge "Disposizioni per lo sviluppo e l'internazionalizzazione delle imprese, nonché in materia di energia (approvato dalla Camera e modificato dal Senato) (A.C.
1441-ter-C)". L'articolo 27 (relativo alle ricerche di idrocarburi) è stato per ora accantonato. Mi auguro che alla ripresentazione dello stesso, nel momento nel quale sarete chiamaTi ad esprimere il parere sugli emendamenti come relatore o come rappresentanti del Governo, possiate valutare l'opportunità di esprimere parere favorevole ad eventuali emendamenti (alcuni tra l'altro già presentati, letti sul sito della Camera) che introducano nella Legge il divieto di effettuare ricerche esplorative di idrocarburi o ancor peggio coltivazioni degli stessi nelle aree di Parco o Riserva Naturale ed in quelle adiacenti.
Abbiamo a che fare, qui in Brianza, con questa richiesta in istruttoria:
http://unmig.sviluppoeconomico.gov.it/unmig/istanze/dettaglio.asp?cod=67
che non è stata ancora archiviata nonostante il parere negativo di tutti gli Enti Locali ed il fatto che in pochi giorni siano state raccolte migliaia di firme contrarie da parte dei cittadini e di un Comitato Civico apartitico neo costituito (il sito è
http://www.noalpozzo.org/).
Questa istanza interessa il Parco Naturale di Montevecchia e della Valle del Curone (se non lo conoscete potete informarvi qui:
http://www.parcocurone.it/), ultimo polmone verde della Brianza, a 30 km. da Milano.
Già nel 2001 analoga istanza dell'ENI era stata archiviata in seguito al parere negativo degli Enti Locali e del Ministero dell'Ambiente.
Per evitare questi rischi si ritiene opportuna una modifica del testo normativo attualmente alla Camera dei Deputati. Fiducioso di una Vostra riflessione in merito, vi segnalo infine il blog che ho aperto sul tema, che è fin d'ora disponibile a pubblicare eventuali Vostre riflessioni:
http://noalpozzo.blogspot.com/.
Vi auguro buon lavoro in aula, ringraziandoVi del tempo che avete dedicato alla lettura di questa richiesta, porgendoVi distinti saluti".

10 commenti:

  1. Copio, incollo e spedisco. Complimenti per tutto. Ciao, Zar.

    Brian

    RispondiElimina
  2. OTTIMA IDEA !
    Posso inserirla nel sito se lo permetti ?
    Gio

    RispondiElimina
  3. @Brian: grazie, nel fine settimana ti chiamo.
    @Gio: certo che sì, l'importante è solo raccomandare i toni costruttivi e pacati altrimenti diventa tutto controproducente.

    RispondiElimina
  4. Ottima scelta!
    I toni che hai usato sono sicuramente distesi e non danno adito ad evasioni dal tema.
    Parto anch'io con le mail.
    Grazie
    Stephen

    RispondiElimina
  5. Mando subito l'email anch'io!
    Stefano

    RispondiElimina
  6. Bella Idea ho appena spedito la mail.
    Bravi Ragazzi, continuiamo così!!!
    Un saluto dal Lissolo.
    Max

    RispondiElimina
  7. grande,
    invio subito

    Gionata

    RispondiElimina
  8. Montevecchia alta,il suo bellissimo parco e le location circostanti sono state tra l'altro cornice suggestiva di almeno un incotro dell'associazione "Costruiamo il futuro" partecipata dal suo Presidente, l'Onorevole M.Lupi (Pdl) in collaborazione con Vera Brianza. Spero che anche queste esperienze possano contribuire alla riflessione in aula.

    RispondiElimina
  9. ciao

    una curiosità, ho provato a controllare le coordinate geografiche specificate dall'istanza di permesso di ricerca del link sopracitato su google earth e mi manda nell'atlantico.

    Per capirci inserendo 45.44,-3.06 (vertice a della tabella) ci si trova al largo della costa francese.
    Montevecchia la identifica invece con queste coordinate: 45.71,9.38

    che vuol dire?

    ciao e grazie per gli approfondimenti.

    Riccardo Bertoni

    RispondiElimina
  10. Mi permetto di copiare anche io il testo della mail e, senza cambiare niente, inviarla ai destinatari indicati.
    Cristina

    RispondiElimina